Passa ai contenuti principali

Intervista a Giulia Segreti e Barone Mark Kheel


Ciao Giulia e grazie mille per il vostro tempo.
Ciao a tutti! Grazie a voi per l’intervista!

1 Raccontaci qualcosa di te e di come è nata la passione per il tuo lavoro.
La passione per il doppiaggio è iniziata quando avevo 13 anni. Purtroppo non avevo nessuno in famiglia che mi potesse dare una mano o capisse se ero capace o meno. Ho iniziato da autodidatta. L’unica cosa positiva era che non avevo nessuna inflessione dialettale. Il doppiaggio mi ha accompagnato per tutta la mia adolescenza. Successivamente ho fatto corsi di teatro per esercitarmi sulla recitazione e sperimentarmi. Perché prima di essere un doppiatore, bisogna essere un attore!
Passando gli anni, dopo che ho conosciuto il mio fidanzato Barone Mark Kheel [il suo Alias su youtube], ci siamo dedicati alle audioletture. Abbiamo iniziato ad interpretare in coppia qualche pagina di libri e pian piano siamo entrati nel cuore delle persone.
Anche perché siamo i primi nel portare in Italia delle audioletture speciali.
Il motto è: “E’ come vedere un film ad occhi chiusi”.

2 Quali sono le tue letture del cuore e i generi che prediligi e ritieni perfetti per le audioletture?
Le nostre letture del cuore sono 50 Sfumature e After.  Quindi preferisco il genere erotico! Ma anche drammatico!  E appunto ritengo perfette quest’ultime perché mi piace moltissimo dar emozioni a parti difficili dei romanzi.

3 Ci sono doppiatori, attori che ti hanno trasmesso quel qualcosa in più e ti hanno ispirata?
Amo il teatro! Ma soprattutto la drammaticità. Non ho ancora trovato quel tipo di teatro che mi fa diventare pazza. Ho visto che certe rappresentazioni le fanno solo a New York oppure a Siracusa con le tragedie Greche.  Meraviglioso davvero! Ci ho lasciato il cuore.  Non mi sono ispirata a nessuno appunto ma solo al tipo di teatralità che mi hanno insegnato.

4 Cosa pensi del self publishing e dell’editoria?
Credo che comunque sia un mondo difficile come il doppiaggio e le altre forme artistiche.  Il self publishing e l’editoria hanno diverse regole. Molte cose poi ancora non le so bene perché non ho pubblicato mai un libro. Chissà in futuro!!

5 Hai lavorato anche in radio, come è stata questa esperienza?
Ho condotto un programma estivo e teminato anche un tirocinio nella mia città nelle Marche. Esperienza unica! Interpretavo anche qualche audio lettura per diversificare.  Mi sono divertita e ancora mi diverto su Instagram annunciando canzoni come facevo in radio.

6 Parlaci un po’ del tuo lavoro di attrice, doppiatrice e audiolettrice.
Ho fatto teatro per diversi anni, interpretando anche la parte di un uomo! E pensare come tale, in scena a teatro. Sì da pazzi e difficilissimo! Ma ho imparato tante cose.  Ero anche Miss Lynch in Grease e quindi ho dovuto vestire i panni di una donna di una certa età. Insomma, tutti ruoli che si staccavano dalla mia età e dal mio sesso.  Poi è stato anche il momento di un personaggio che ho amato molto. Titania in “Sogno di una notte di mezza estate”. Seducente ma anche perfida per qualche momento. Per le audioletture, dopo il successo nel mio canale di 50 Sfumature, sto finendo AFTER.   Realizziamo anche audiolibri e audioletture su commissione di scrittrici. Adesso sto in trattative con “Audible” per far finire un audiolibro intero di una scrittrice, realizzato con le nostre voci su questa piattaforma. Per il doppiaggio, invece, ho prestato voce al personaggio di  TAYLOR METTERNICH nel film “TUO SIMON”  e ELEVEN nel film Tv “THE ARCHER”. Ho doppiato poi altri ruoli in film come “DEGREESE OF FEAR” e “NIGHTMARE MOM”.  Mi manca provare appunto i cartoni animati, mentre il mio fidanzato, Barone Mark Kheel, ha prestato la voce di uno Zombi nel cartone “ZOMBILLENIUM”. Insomma, piano piano stiamo facendo qualcosa.  Infine io e il mio fidanzato siamo anche VOCI Ufficiali della sigla di X FACTOR ITALIA 2018 – Audizioni.

7 Sei affezionata a uno di questi in particolare?
Difficile dire a quale sono affezionata di più. Li amo tutti.

8 Quali sono i tuoi hobby al di fuori del lavoro?
Hobby, sicuramente shopping ;) come si fa a dire di no!!

9 Che cosa desideri per il futuro?
BARONE: Spero di diventare un doppiatore riconosciuto e di affiancare questo mestiere alle audioletture e al nostro canale You Tube, ma soprattutto di vivere una vita felice e spensierata con il mio amore Giulia.
 GIULIA: Io non lo lascerò mai. Poi sì tanti piccoli in giro per casa, mi piacerebbe molto! E so già che andrà fuori di testa! Mi fa sorridere al solo pensiero. Speriamo che vada tutto bene e se ci fossero problemi gravi o meno, di essere sempre vicini superando pian piano le difficoltà!
Infine sempre YouTube, il Doppiaggio e tanta fortuna!

10 Cosa significa per voi partecipare al primo Festival del Romance italiano?
Per noi un grandissimo onore partecipare al Festival Romance! E rimarrà sempre nel cuore perché è il nostro primo festival importante a cui partecipiamo. Conosceremo molte scrittrici che hanno affidato il loro romanzo a noi per realizzare audiolibri e audioletture. Se ci sarà la possibilità, vorremmo interpretare delle audioletture in live con tutti voi.  Quindi è sperimentare, amarsi e vivere un giorno in totale follia e divertimento!

Grazie mille, è stato un vero piacere intervistarvi.
Daniela,
Semplicemente Amiche


Commenti

Post popolari in questo blog

Intervista a Tiziana Lia

Ciao Tiziana e grazie mille per il tuo tempo. Ciao a tutte voi, sono felice di rispondere alle vostre domande.
1 Raccontaci qualcosa di te e di come è nata la tua passione per la scrittura. Avrei tante cose da rivelarvi, ma inizio appunto dalla lettura, la mia prima passione. Ricordo che uno dei primi libri corposi, ricevuto in regalo per un Natale - avevo circa undici anni - l’ho divorato in due giorni eclissandomi da tutto e tutti.Ho sempre adorato immergermi nelle storie e volare con la fantasia, anche oltre ciò che raccontavano le righe stesse. È da lì che è nata l’esigenza di scrivere. Leggere non mi bastava più, mi sentivo come un cavallo chiuso nelle redini che desiderava galoppare nell’infinita prateria della propria immaginazione.
2 Quali sono le tue letture del cuore? A dire la verità non ho nessun libro che mi è rimasto particolarmente impresso nel cuore. Ho però un autore preferito, questo sì. Di lui ho letto diversi romanzi.
3 Ci sono autori o autrici che ti hanno trasmesso qu…

Intervista a Simona Mendo

Ciao Simona e grazie mille per il tuo tempo. Grazie a te per la disponibilità.
1 Raccontaci qualcosa di te e di come è nata la tua passione per la scrittura. Io sono una mamma tuttofare: metto al primo posto la famiglia (un marito e due splendide bimbe) e nel tempo libero adoro ballare, scattare fotografie, leggere e, soprattutto, scrivere romanzi d’amore. La mia passione per la scrittura è nata più di vent’anni fa, dopo una delusione amorosa; la scrittura ha funzionato come balsamo curativo per il mio cuore affranto così, da quel momento, non l’ho più lasciata.
2 Quali sono le tue letture del cuore? I classici di Jane Austen, le ambientazioni inglesi di Rosamunde Pilcher, la dolce e sfortunata Beth di “Piccole donne”.
3 Ci sono autori o autrici che ti hanno trasmesso quel qualcosa in più e ti hanno ispirata? Adoro i romanzi d’amore, possibilmente tormentati. Lisa Kleypas e Colleen Hoover sono l’esempio più calzante. Da poco ho scoperto il tormento dei romanzi di Amabile Giusti, tanto per ci…